Installati oggi i 5 cestini per effettuare una corretta raccolta dei rifiuti anche in esterno. Questo progetto, voluto dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Pontassieve, è un modo per portare la raccolta differenziata anche fuori dal proprio domicilio.
Questi cestini non sono una replica dei cassonetti della postazione, ma un vero e proprio raggruppamento di contenitori destinati a raccogliere le tipologie di materiali che normalmente vengono prodotti nelle aree in cui sono collocati. Il nome D3 la dice tutta: tre tipi di differenziazione. I nuovi cestini multicomparto, che affiancheranno quelli già presenti sul territorio, sono costituiti da tre contenitori cilindrici con coperchio colorato rosso, giallo e azzurro rispettivamente destinati a ricevere, come scritto su ciascuna etichetta, rifiuto non differenziabile, carta/cartone e imballi di plastica,/tetrapak/metallo. Sul coperchio dell’rsu non differenziato è previsto un contenitore per i mozziconi di sigaretta
I primi cinque “tri-cestini” sono stati posizionati presso i giardini di Viale Diaz e delle Montagnole in piazza Mosca, ma anche in quelli di Piazza dell'Unità a Sieci e in Piazza Pertini a Montebonello. Chiaramente non sono quindi esaurite le necessità, ne presidiate tutte le aree; quello di oggi è un punto di partenza per cercare di migliorare il decoro delle zone verdi e la vivibilità delle stesse.
Non possiamo comportarci in modo diverso tra le mura domestiche e quando siamo fuori” afferma l’assessore all’ambiente Marco Passerotti.”- Anche perché appare illogico e diseducativo gettare in un unico cestino cose che in casa dividiamo con paziente scrupolo. Fare la raccolta differenziata non è una moda o una vessazione ma il migliore contributo per difesa dell’ambiente, il risparmio di materie prime e spendere meno di TARI”.
«Con questa nuova iniziativa vogliamo fornire ulteriori servizi agli utenti – afferma il presidente di AER, Giordano Benvenuti - Riteniamo importante dare la possibilità ai cittadini, già virtuosi ed attenti alla corretta differenziazione dei rifiuti, di proseguire questa buona pratica anche quando sono fuori casa, sia per andare a lavoro, che per svago o altro. Dopo una prima fase sperimentale pensiamo di estendere ulteriormente il nuovo servizio per arrivare a coprire tutti i luoghi pubblici maggiormente frequentati”.
AER Spa e l’Amministrazione invitano tutta la cittadinanza ad utilizzare in modo corretto gli strumenti messi da oggi a disposizione, ed auspicano che questa dotazione rappresenti comunque un piccolo passo nel rispetto del proprio ambiente e degli altri, un piccolissimo aiuto in più per essere virtuosi.

DZcMTJ5XkAIU8dW.jpg large

 

Rassegna stampa:
- Radio Sieve
- la Nazione, 01.04.2018