Rufina, 17 gennaio 2022 - Da oggi AER inizia i trattamenti endoterapici per la lotta alla processionaria dei pini.
Il trattamento consiste in un’iniezione, al fusto della pianta,  di un prodotto appositamente studiato per controllare il parassita. Il prodotto, sfruttando il flusso linfatico, riesce a colpire anche i nidi posti nella parte sommitale della chioma, talvolta difficilmente raggiungibili con piattaforme aeree o con l’uso di atomizzatori.
I vantaggi dell’endoterapia sono plurimi: da una parte in caso di presenza di nidi, questi regrediscono e si atrofizzano nel tempo, inoltre la pianta acquisisce una sua resistenza interna al parassita indipendentemente dalla presenza di altri infestanti su piante limitrofe.

In totale saranno trattati circa 250 piante in concomitanza ad un monitoraggio costante per la tutela del nostro territorio.