La società A.E.R. Ambiente Energia Risorse Spa, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito, informa che tale sito web non utilizza cookie di profilazione per comunicazioni commerciali basate sulle preferenze espresse. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Vedi informativa cookies

Non hai accettato i cookie. Questa decisione può essere cambiata.

Hai accettato i cookie sul tuo computer. La decisione può essere cambiata.

Pontassieve: non fare la raccolta differenziata aumenta inutilmente i costi, per tutti

Via Verdi, di fronte alla Coop, via Algeri, davanti al Penny market, e di viale Diaz, davanti al magazzino comunale, nel capoluogo di Pontassieve sono le postazioni particolarmente critiche che oggi sono state analizzate da AER Spa e dove un 1/3 dei conferimenti nelle campane blu del multi-materiale risultano errate. L'iniziativa, svolta alla presenza del Sindaco del Comune di Pontassieve Marco Mairaghi, dell'Assessore all'Ambiente Leonardo Pasquini e della Polizia Municipale, è nata con lo scopo di sensibilizzare i cittadini incontrandoli direttamente durante lo svolgimento di questa semplice azione quotidiana, da momento che conferire separatamente e correttamente i rifiuti, oltre che un obbligo di legge, è un dovere che conviene a tutti.
Il Comune di Pontassieve, in tema di raccolta differenziata, è sicuramente virtuoso a livello aziendale ma anche nel panorama dell'Ato Toscana Centro dal momento che anche i recenti dati del mese di luglio hanno confermato percentuali prossime al 70%, però gli utenti non sono esenti dal commettere errori. Gli utenti delle postazioni particolarmente critiche, analizzate, conferiscono erroneamente nella campana blu del multi-materiale vetro, organico, rifiuti in plastica che non sono però imballaggio, ma anche pannolini e pannoloni, carta, uova con il proprio contenitore, zaini ed indumenti vari, cd, mattoni fino ad escrementi di animali. Insomma il panorama dei rifiuti "sbagliati" che inficiano raccolta e recupero del multi-materiale è variegato e purtroppo pesante nel senso vero del termine. Infatti, le percentuali di materiale estraneo nelle raccolte pesano in kg sul quantitativo totale raccolto e mentre materiali come la carta possono pesare in maniera relativa, un mattone, piuttosto che interi sacchetti dell'organico hanno un incidenza molto più elevata sul totale e sul risultato delle analisi effettuate da REVET, azienda che ritira il contenuto delle campane azzurre per avviare i rifiuti raccolti a recupero e riciclo.
Difficoltà degli utenti? Mancanza di attenzione nello svolgere una semplicissima azione quotidiana? L'azione di oggi ha permesso ad AER Spa e all'Amministrazione comunale di verificare in diretta e far partecipare i cittadini alla dimostrazione, rispondere a domande e quesiti, oltre a compilare verbali che diventeranno multe.
AER Spa ricorda, infine, che fare la raccolta differenziata è un obbligo di legge e nella campana azzurra del multi-materiale è necessario conferire: imballaggi (ossia contenitori) in alluminio, in banda stagnata ed alluminio, in plastica (compresi piatti e bicchieri di plastica), in polistirolo e tetrapak. NON si possono conferire nel multi materiale: posate di plastica, grucce, vetro, gomma piuma, borse in plastica, giocattoli, pennarelli e tutti gli altri materiali plastici che non sono imballaggi.

 P1190053


Rassegna stampa:
-
Nove da Firenze
-
Go News
-
Sieve Notizie