Maggio 2013: le percentuali di RD superano il 60%.

A quantitativi dei rifiuti in diminuzione corrispondono percentuali di raccolta differenziata in crescita.

Dal 55,5 al 61,3%: questa la crescita registrata nel 2013, da gennaio ad oggi, delle percentuali di raccolta differenziata a livello aziendale per AER Spa.
Un bilancio estremamente positivo quello del mese di maggio per i 10 comuni della Valdisieve e del Valdarno fiorentino. Si confermano, infatti, in costante aumento, sopra il 65%, le percentuali delle raccolte ad Incisa Valdarno (85,44%), Pontassieve (71,06%), Rufina (78,11%) e Londa (70,25%) «E' necessario mantenere un'attenzione elevata su tutto il territorio ed ampliare per quanto possibile servizi ed informative per i cittadini, per rendere tutti consapevoli di quanto sia importante effettuare una corretta raccolta differenziata – ricorda il Presidente di AER Spa, Silvano Longini». Impegno ed analisi ancora più spinti su aree come Reggello (57,54%) e Rignano sull'Arno (51,83%) in cui si registrano incrementi nelle percentuali di raccolta, ed in cui da giugno sono stati attivati nuovi servizi (porta a porta per il primo compresa la frazione di Cascia; chiavetta elettronica per il secondo e Bombone).
AER Spa ricorda che i comuni sopra la soglia del 65%, stabilita dal D.Lgs 152/2006 dalla Regione Toscana, eviteranno il pagamento della maggiorazione dell'Ecotassa.
I dati del mese di maggio stanno, di fatto, confermando l'andamento dell'anno 2013 che evidenzia una costante diminuzione dei rifiuti (da 4.801.967 kg del maggio 2007 a 4.363.308 kg di oggi), ed un interessante aumento delle raccolte e diminuzione dei rifiuti non differenziati. Nel dettaglio, da gennaio i rifiuti non differenziati sono diminuiti del 2,11% rispetto allo stesso periodo del 2012 (primi 5 mesi dell'anno) , equivalente a 507.374 kg, mentre le raccolte differenziate sono cresciute dell'1,6% (circa 373.000 kg), con una costante crescita dei quantitativi di RD rispetto ai non differenziati (soltanto in maggio 2013, per esempio, le RD arrivano a 2.360.000 kg rispetto a 2.003.000 kg di non differenziato).
Analizzando i dati dell'anno in corso è evidente per ognuno dei 10 comuni la prevalenza come quantitativi delle raccolte di carta e cartone ed organico rispetto al totale delle raccolte. Comune per comune si evidenziano, da gennaio a maggio 2013, valori in crescita costante quasi per tutti i comuni, con percentuali diverse, ma sostanzialmente positive: Dicomano da 45,23% a 52,72%, Figline da 49,72% al 53,18%, Incisa dall'80,16% all'85,44%, Pontassieve dal'65,62% all'attuale 71,06%, Reggello dal 46,56% al 57,54%, Rignano dal 48,33% al 51,83%, Rufina dal 63,76% al 78,11%, Londa dal 67,98% al 70,25%, Pelago dal 47,79% all'attuale 49,45%, mentre qualche difficoltà si registra nel comune di San Godenzo passato dal 61,36% di gennaio al 53,46% attuale.
AER Spa, nonostante i dati positivi, ricorda inoltre che costante deve essere l'attenzione al corretto conferimento dei rifiuti. Quindi, dove già attivo il servizio di raccolta separata del vetro dal multi-materiale, tutti gli imballaggi in vetro, ossia contenitori, bottiglie, vasetti, barattoli, ma anche flaconi per alimenti e contenitori vuoti devono essere conferiti nei bidoncini/campane verdi. Nei contenitori azzurri del multi-materiale leggero, invece, è obbligatorio conferire imballaggi in alluminio, in banda stagnata ed alluminio, in plastica (compresi piatti e bicchieri di plastica), in polistirolo e tetrapak; non vi possono conferire posate di plastica, grucce, vetro, gomma piuma, guanti in plastica, giocattoli, pennarelli e tutti gli altri materiali plastici che non sono imballaggi.