Rifiuti "particolari": dove e come smaltirli

Una nuova campagna informativa con il Comune di Pontassieve per le corrette pratiche di smaltimento.

AER, in collaborazione con l'Assessorato all'Ambiente del Comune di Pontassieve, ha realizzato un vademecum sulle modalità di conferimento di tutti i rifiuti che non devono essere conferiti nei sistemi di raccolta differenziata tramite i cassonetti, ma che necessitano dell'utilizzo degli ecobox e del ritiro domiciliare gratuito (tramite il numero verde 800 011 895) oppure di altri punti di raccolta sul territorio. Si tratta oltre che degli ingombranti, anche di pile, farmaci scaduti, olio alimentare e olio motore esausto, i raee (ovvero i piccoli elettrodomestici) e toner per stampanti. Purtroppo si continuano a registrare abbandoni di questi materiali in modo indiscriminato, non soltanto nel territorio aperto, ma anche in postazioni in pieno centro urbano sotto gli occhi di tutti. Tali comportamenti - perseguibili e sanzionabili direttamente o con apposite telecamere – oltre a contribuire a rendere indecoroso i centri abitati e le nostre campagne hanno un costo sull'intera collettività per predisporre interventi di rimozione da parte dell'azienda che gestisce il servizio di smaltimento rifiuti.
Per ovviare a questo le soluzioni ci sono già da anni e sono gratuite: il numero verde 800 011 895 per i ritiro sul posto, Centro di raccolta "I Cipressi" in località Selvapiana e gli Ecobox (a Pontassieve, Molino del Piano, Sieci, Montebonello e Santa Brigida) attrezzati per lo smaltimento di molti di questi tipi di rifiuto. Ad ogni cassonetto sarà posizionato un adesivo che riporterà per ogni tipologia di rifiuto "speciale" i luoghi e le modalità corrette.
"Con questa iniziativa vogliamo eliminare gli abbandoni e i conferimenti sbagliati – spiega il vicesindaco e Assessore all'ambiente Marco Passerotti - azioni che sono diventate insostenibili. Chiediamo la collaborazione di tutti, ricordando che le buone pratiche di smaltimento sono soltanto piccoli gesti, ma di grande importanza per il bene comune".

Di seguito un rapido riepilogo sul come e dove conferire:

Pile: buttare le pile negli appositi contenitori perché sono altamente inquinanti. Potete conferirle nei negozi dove comprate quelle nuove, oppure presso gli Ecobox, stazioni ecologiche/centri di raccolta, palazzi comunali e scuole (solo per i frequentanti).
Farmaci scaduti: nelle farmacie e presso gli ambulatori ASL sono disponibili i contenitori per i farmaci scaduti. Dovete togliere i medicinali dalle scatole di carta che devono essere riciclate negli appositi contenitori gialli.
Olio alimentare esausto può essere molto dannoso per l'ambiente se non conferito in maniera corretta. È necessario raccoglierlo negli appositi contenitori o in una qualsiasi bottiglia e portarlo agli Ecobox, o alle stazioni ecologiche/centri di raccolta.
Olio motore esausto, le batterie auto, i pneumatici, provenienti da cittadino, devono essere conferiti a centri di raccolta di AER o presso le officine autorizzate.
RAEE sono rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, che devono essere conferiti presso gli Ecobox di AER, oppure alle stazioni ecologiche/centri di raccolta.
Toner: per stampanti e fotocopiatrici devono essere raccolti negli appositi contenitori ubicati presso il Palazzo Comunale, rivenditori, negli Ecobox e le stazioni ecologiche/centri di raccolta.
Ingombranti: Televisori, grandi elettrodomestici, monitor, pc, stampanti, vecchi mobili, frigoriferi, secchi di plastica, giocattoli di grandi dimensioni e tutto ciò che non entra nei normali contenitori può essere conferito ai centri di raccolta/stazioni ecologiche. È possibile anche richiederne il ritiro gratuito a domicilio tramite numero verde 800 011 895, per un massimo di 2m3 a chiamata, corrispondenti a circa 3/4 pezzi.

 

Rassegna stampa:
- La Nazione, 16.11.2016
- Sieve Notizie.it