Dal 2016 quota puntuale per tariffa rifiuti a Rufina: 5 le assemblee pubbliche

Aer Spa e Amministrazione comunale al lavoro per l'avvio del progetto. Coinvolte oltre 4.000 utenze.
Dal 9 al 22 settembre, alle ore 21.00, incontri con residenti nel Comune e nelle frazioni.

Saranno cinque gli appuntamenti per i cittadini residenti a Rufina e frazioni in cui verrà illustrato il nuovo sistema di tariffazione dei rifiuti. Rufina, infatti, sarà il primo comune tra quelli serviti da AER Spa che dal 2016 applicherà, ai cittadini di tutto il territorio, un nuovo sistema di pagamento della tariffa di igiene urbana.
Due saranno gli appuntamenti organizzati nel Capoluogo, presso la Sala del Consiglio Comunale (via Piave, n. 5 a Rufina) alle ore 21.00; il primo avrà luogo mercoledì 9 settembre, e l'altro giovedì 17 settembre sempre alla stessa ora. Nelle frazioni, invece, gli incontri sono previsti a Contea, presso il Circolo alle ore 21.00, in data venerdì 11 settembre; a Pomino, presso il Circolo ARCI, alle ore 21.00, martedì 15 settembre prossimo, ed a Scopeti, presso il Circolo ARCI, martedì 22 settembre.  Intanto è iniziata la campagna informativa di AER Spa sul progetto, che prevede affissioni locandine ed informative ai contenitori per RD presenti sul territorio e nei condomini interessati.
Di fatto dal I° gennaio 2016 su tutto il territorio del Comune di Rufina sarà applicato un nuovo sistema di calcolo della tariffa di igiene urbana, che diventerà "su misura". Lo scopo di questa innovazione è quello di scoraggiare i comportamenti più dannosi e premiare i cittadini "virtuosi", che effettuano correttamente la raccolta differenziata di rifiuti. In breve, in che cosa consisterà il nuovo metodo? Verranno "misurate" le quantità di rifiuti prodotti dal singolo utente e applicati costi proporzionali alle produzioni stesse.
Gli oltre 4.000 utenti coinvolti sono invitati a partecipare agli incontri del mese di settembre per avere tutte le spiegazioni sulla nuova tariffazione e risposte ad ogni domanda in merito. L'attivazione del progetto prevede, come step successivi, la contattazione diretta di tutte le utenze coinvolte e consegna dei nuovi kit oltre ad un ulteriore approfondimento delle modalità operative.

assemblee DEF

 

Rassegna stampa:
- Sievenotizie
- MET
- Il Filo del Mugello
- Il Galletto, 29.08.2015
- La Nazione, 30.08.2015