La società A.E.R. Ambiente Energia Risorse Spa, titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito, informa che tale sito web non utilizza cookie di profilazione per comunicazioni commerciali basate sulle preferenze espresse. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa

Vedi informativa cookies

Non hai accettato i cookie. Questa decisione può essere cambiata.

Hai accettato i cookie sul tuo computer. La decisione può essere cambiata.

Pelago: da agosto compost gratuito anche per i residenti a Consuma e Borselli

Visto il successo tra i cittadini il Comune di Pelago ed AER estendono il progetto.

A partire dal mese di agosto anche gli utenti residenti a Consuma e Borselli potranno ritirare gratuitamente il loro sacchetto da 20 lt di compost presso i punti "Ecco fatto".
Visto il grande successo riscosso tra gli utenti, l'Amministrazione comunale di Pelago ed AER hanno deciso di implementare questo servizio anche alla frazioni, e dopo San Francesco adesso viene esteso anche a Borselli e Consuma.
«Per noi è importante portare i servizi e avere contatti diretti con le frazioni del nostro Comune – ha commentato l'Assessore all'Ambiente del Comune di Pelago Giulia Rimini -. E' per questo che grazie al progetto Ecco Fatto cerchiamo di portare avanti questo obiettivo, grazie anche a iniziative come queste».
Gli utenti potranno recarsi preso i punti "Ecco fatto" nella sede di Borselli il lunedì pomeriggio, dalle 14.00 alle 19.00, oppure il giovedì in orario 10.00/12.00 – 15.00/18.00.
Mentre il punto di distribuzione alla Consuma sarà attivo il lunedì dalle 12.00 alle 17.00, ed il venerdì dalle 14.00 alle 19.00. Questo servizio per gli utenti della Consuma sarà sospeso nel periodo dal 13 al 26 agosto compreso.
Il progetto prevede la distribuzione gratuita ai cittadini di sacchetti da 20 lt di ammendante torboso compostato (il comune "terriccio) ed ha lo scopo di mostrare ai cittadini che cosa viene creato dalla loro raccolta del verde e dei rifiuti organici. Tali rifiuti, che comprendono tutti gli scarti di cucina - come avanzi di cibo, gusci d'uovo, pulitura di frutta e verdura, carne e pesce, ossa, fondi di caffè, filtri di thè, tisane e camomille, salviette di carta unte, fazzoletti e tovaglioli di carta purchè non stampati, ceneri spente di caminetti, alimenti avariati, lettiere di animali domestici, scarti di ristoranti e negozi di ortofrutta ed alimentari – ma anche tutti i residui vegetali di orti e giardini, devono essere conferiti nei contenitori e cassonetti con il coperchio MARRONE.
L'umido o organico, che costituisce spesso quasi il 50% dei rifiuti differenziabili prodotti da ogni famiglia, può, infatti, essere trasformato in una sostanza utile (terriccio) attraverso il processo di compostaggio, che riproduce in forma accelerata, il processo naturale di decomposizione delle sostanze organiche biodegradabili. Negli impianti i rifiuti organici subiscono prima un processo di bio-ossidazione cui segue la fase di maturazione. Al termine del processo il materiale grezzo è sottoposto a vagliatura fine. Grazie a questa trasformazione (replicata anche a bassa scala nella compostiera domestica), della materia organica si ottiene il compost, un ammendante che può essere utilizzato come terriccio per orti e giardini.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli uffici comunali (055. 8327363) oppure consultare il sito internet www.aerweb.it e/o chiamare il numero verde 800 011895, attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09:00 alle ore 19:00 ed il Sabato mattina dalle ore 09:00 alle ore 13:00.

 

Immagine

Rassegna stampa:
- La Nazione, 01.08.2015